Campo di lavoro

Con i volontari della Delegazione Diocesana per la Missione Agrigentina in Tanzania, abbiamo una proposta importante per te che sei giovane e credi che la vita ha senso solo se donata e condivisa!

Vogliamo offrirti alcuni giorni di servizio e ascolto partecipando insieme a noi al campo estivo lavoro/adozioni in Africa. Nella condivisione e nel lavoro, saremo accolti in una realtà di speranza e di impegno concreto per la giustizia, la legalità, l’accoglienza e la fraternità.

Non si vive la missione per corrispondenza: la solidarietà è una scelta di vita. Diventa protagonista di questa storia offrendoti un’estate veramente “solidale”.

Per saperne di più dai un’occhiata in fondo alla pagina oppure contattaci e ti spiegheremo che è molto più semplice di quel che credi.

Date

Circa un mese due volte all’anno, con partenza rispettivamente a gennaio/febbraio e luglio/agosto.

Costi

Circa € 1.300,00, ma molto dipende dal costo del biglietto aereo.

Cosa comprende

  • Volo aereo A/R
  • Vitto e alloggio
  • Cassa comune per gli spostamenti interni e fondocassa per le piccole spese di gruppo
  • Assicurazione sanitaria e di viaggio
  • Spostamenti per i villaggi o in città per servizi alla Missione

Cosa non comprende

  • Visto, circa € 55, 00
  • Imballaggio bagagli, circa € 20,00 a bagaglio A/R
  • Eventuali visite o escursioni facoltative (safari, etc.)

Documenti necessari

  • Passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza
  • Visto dell’ambasciata tanzaniana a Roma (a cura dei volontari della Delegazione Diocesana per la Missione Agrigentina in Tanzania, se in possesso di passaporto, modulistica compilata, 2 foto ed € 55,00 entro 3 mesi dalla partenza)
  • Certificato medico di sana e robusta costituzione (attenzione, eventuali allergie o intolleranze a farmaci e/o alimenti vanno segnalate!)
  • Vaccinazioni
  • Certificato internazionale di vaccinazione per la febbre gialla

Vaccinazioni e profilassi

L’unico vaccino (quasi) obbligatorio è quello contro la febbre gialla. In realtà, la vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria esclusivamente per i viaggiatori provenienti o in transito superiore alle 12 ore da Paesi dove tale malattia è endemica (Kenya, Ethiopia, ecc.). E’ comunque opportuno, anche per coloro che provengono da Paesi in cui tale malattia non è endemica, di munirsi del certificato di vaccinazione, senza il quale potrebbero esserci problemi al controllo immigrazione all’aeroporto di Dar Es Salaam. Per maggiori informazioni visita il sito web del Ministero della Salute, nel quale trovi anche l’elenco dei centri di vaccinazione.

Sono inoltre consigliati i seguenti vaccini:

  • anti tifo
  • anti epatite A
  • anti epatite B
  • antitetanica-antidifterica
  • anti-meningite

Per la malaria esistono diverse profilassi. Le più comuni sono le seguenti:

  • Malarone (il più sicuro, costo non coperto dal Servizio Sanitario Nazionale)
  • Lariam (ha molte controindicazioni, costo coperto dal Servizio Sanitario Nazionale)
  • artemisia (va evitata da parte dei soggetti allergici, in Italia non è riconosciuta come farmaco)

Prima di procedere alle vaccinazioni è opportuno richiedere il proprio certificato storico delle vaccinazioni alla A.S.P. di competenza e rivolgersi successivamente all’Ufficio Vaccinazioni della stessa A.S.P.

Ricorda, il web pullula di informazioni mediche più o meno corrette; inoltre l’intervento medico più opportuno va stabilito di caso in caso. Per questo è sempre necessario rivolgersi ad un medico senza decidere autonomamente nulla che abbia a che fare con la salute.

Medicine e prodotti farmaceutici

Prima di partire va sempre preparato un elenco delle medicine usate più frequentemente. A titolo puramente indicativo, segue una check list delle medicine e dei prodotti farmaceutici che dovrebbero essere sempre presenti in una piccola farmacia da viaggio:

  • disinfettanti intestinali, integratori della flora batterica, ecc.
  • anti-influenzali, antibiotici (vie respiratorie/intestinali), antipiretici
  • anti- infiammatori
  • prodotti per aiutare la digestione (Biochetasi o simili)
  • prodotti anti zanzare, zampironi, Autan, etc.,
  • pomate per punture di insetti
  • sciroppo contro la tosse

Anche se a Nyumba Yetu c’è una piccola farmacia, è bene portare le proprie medicine, sia perché le marche dei medicinali potrebbero essere diverse dalle nostre (mentre in genere si preferisce avere le stesse usate a casa), sia perché tutte i farmaci non utilizzati possono essere lasciati al dispensario prima di ripartire. Vanno benissimo anche le confezioni di campioni gratuiti purché contengano il foglietto delle istruzioni.

Abbigliamento

Nel preparare la valigia è bene tener conto del fatto che di solito alla fine del campo parte dell’abbigliamento è lasciato in Africa, per regalare qualcosa girando per i villaggi e per avere la valigia vuota per acquistare un pò di artigianato locale.

Oltre a pantaloni e magliettine a maniche corte, è bene avere una giacca a vento, qualche golf di lana ed un paio di pantaloni più pesanti. Le scarpe dovrebbero essere comode per camminare in strade non asfaltate, meglio se chiuse (anche se può esserci caldo). Per la tappa a Dar Es Salaam potrebbero essere utili abbigliamento e scarpe per il clima più caldo e per il mare.

Clima

Dar Es Salaam: nei mesi di luglio e agosto è caldo afoso.

Ismani: il giorno è soleggiato e la temperatura è di circa 25-30°C, mentre la sera scende anche a 15°C.

Bagaglio

E’ possibile portare due bagagli da 23 kg ciascuno, di cui solo uno è utilizzabile dal volontario mentre l’altro è a disposizione dei bisogni della Missione all’andata e della Delegazione al ritorno

Il bagaglio a mano non deve superare i 5-8kg.

È consigliabile far imballare le valigie sia all’andata che al ritorno.

Comunicazioni con l’Italia

E’ possibile acquistare una scheda di telefonia mobile tanzaniana o avere il roaming internazionale in alcune zone di Nyumba Yetu. La possibilità di trasmissione di sms e di chiamate è sempre molto incerta, perchè la zona non è dotata di ripetitori efficaci. Potrebbero verificarsi periodi anche prolungati di totale assenza di campo. È possibile in ogni caso telefonare periodicamente dai posti telefonici pubblici quando si va in città, in media una volta ogni otto/dieci giorni.

Incontri di formazione e preparazione alla partenza

E’ necessaria la frequenza alla formazione alla partenza, che si articola mediamente in una decina di incontri con cadenza bisettimanale.

Dai un’occhiata al calendario degli appuntamenti oppure contattaci adesso e vediamoci: il tuo sogno non è mai stato così vicino.

.